Bookinsicily Logo

Notizie

C'è un'antica valle dei mulini in Sicilia: sembra di essere in una favola ma è tutto vero

Balarm Icona orologio 9 giorni fa
C'è un'antica valle dei mulini in Sicilia: sembra di essere in una favola ma è tutto vero
Quante volte abbiamo immaginato di trascorrere una giornata in una casetta come quella della pubblicità del Mulino Bianco? Stare in un luogo lontano dal caos della vita di città, dal lavoro, dalla confusione. Adesso si può.

In provincia di Siracusa, nel comune di Palazzolo Acreide, città patrimonio Unesco, c’è l’antica valle dei mulini, dove da qualche tempo è tornato in funzione il vecchio mulino Santa Lucia utilizzato un tempo per la macinazione del grano. Un sito reso fruibile dopo un lungo intervento di recupero e dove si possono effettuare delle attività didattiche e di turismo esperienziale.

Il mulino ad acqua Santa Lucia si trova in un luogo suggestivo quasi fiabesco: una valle dove scorre un piccolo ruscello, tra alberi di noci e di querce. Studi recenti hanno permesso di ricostruirne la datazione: pare che il mulino Santa Lucia risalga al sedicesimo secolo e che un tempo facesse parte insieme ad altri tre mulini dell’attività lavorativa nelle acque del torrente Purbella.



A gestirlo e a garantirne la fruizione l’Associazione per la cultura popolare degli iblei, fondata e diretta dall’etno-antropologo Rosario Acquaviva, che ha avviato un intervento di pulizia e manutenzione del sito. I volontari si sono occupati della messa in funzione degli antichi macchinari, adeguati tecnicamente, e del recupero degli immobili che si conservano proprio come erano un tempo.

Dentro il mulino, inoltre, si trova il Museo della macina del grano, un percorso tra immagini, testi, grafici, per far conoscere ai visitatori l’evoluzione della tecnica di macinazione dei cereali. Un tuffo nel passato dalla preistoria fino all’utilizzazione dell’energia idraulica per la lavorazione.

Visitando il sito, dunque, si può partecipare alle numerose attività didattiche promosse. Per l’occasione i volontari dell’associazione mettono in funzione il mulino e viene avviata l’attività molitoria. Occasione unica per conoscere il complesso sistema di macinazione del grano che si faceva un tempo nel sito.

Attività davvero sorprendente che affascina non solo le scolaresche ma anche gli adulti. Dalla farina ricavata poi si prova anche a impastare il pane, utilizzando gli antichi strumenti della tradizione contadina.

Dopo la sua riapertura e prima dell’emergenza pandemica ogni estate veniva promossa una visita notturna al mulino, per vivere un’esperienza unica tra cultura, luci, storia, musica, arte e sapori nella suggestiva scenografia naturalistica illuminata.

Il Mulino ad acqua "Santa Lucia" di Palazzolo Acreide fa parte dell’Ecomuseo di interesse regionale “I Luoghi del lavoro contadino e dell’artigianato” del Museo di Buscemi. Un grande progetto finalizzato a riscoprire l’antica cultura contadina e il recupero delle tradizioni passate, che fanno parte del patrimonio etnoantropologico di questo territorio.

Per visitare il sito occorre prenotare al numero 0931 878528, oppure allo 3382415918. Inoltre per motivi di sicurezza occorre lasciare l’automobile nel piazzale di fronte al cimitero di Palazzolo e percorrere un breve tragitto a piedi.

In occasione di speciali giornate di apertura viene anche effettuato un servizio navetta.

Condividi subito l'articolo via:

Powered by Logo FreeCom S.r.l.
Bookinsicily è una piattaforma che raccoglie tutte le news presenti sul web che riguardano il turismo in Sicilia.
Bookinsicily © v1.0.5